Formazione in azienda

CL41
 / Governance e Compliance

Delitti ambientali: il controllo e la vigilanza del Modello Organizzativo Aziendale


La legge 68/2015 ha introdotto cinque nuovi reati: l'inquinamento ambientale, il disastro ambientale, l'impedimento dei controlli, l'omessa bonifica e il traffico di materiale radioattivo.
In questo modo alcuni crimini ambientali non saranno più considerati semplici contravvenzioni ma delitti inseriti a tutti gli effetti nel codice penale, con allungamento dei tempi di prescrizione ed importanti pene detentive. Inoltre viene estesa la responsabilità amministrativa ai sensi del D.lgs. 231/01 con sanzioni interdittive e pecuniarie molto pesanti.
Si tratta di un cambiamento significativo del quadro delle responsabilità in materia ambientale che interessa un numero considerevole di aziende.
Il corso che vi proponiamo, oltre a illustrare i principali elementi di novità a livello penale e di responsabilità amministrativa 231, fornirà una spiegazione ed una guida per comprenderne i contenuti. Si tratteranno inoltre i collegamenti con i Sistemi di Gestione Ambientale ISO 14001/EMAS quali possibili strumenti di prevenzione per le fattispecie colpose di inquinamento e disastro ambientale, evidenziandone l'applicabilità anche quale criterio di riferimento per il Modello Organizzativo ai sensi D.Lgs 231.
E' prevista infine l'analisi di un caso di studio, utile a meglio comprendere gli aspetti applicativi del corso e a completare la conoscenza dell'argomento e degli strumenti per affrontare queste novità.


Il Corso si rivolge a: - Referenti aziendali per la gestione ambientale e della conformità legislativa - Responsabili di sistemi di gestione e controlli ambientali - Consulenti in campo ambientale - Professionisti in campo giuridico/ambientale - Componenti Organismi di Vigilanza

Programma giornaliero

  • Giorno - 1

    • Presentazione del Corso

    • I reati ambientali:

      - responsabilità e sanzioni;
      - gli istituti del ravvedimento;
      - la confisca;
      - la nuova disciplina delle contravvenzioni

    • Coffee Break

    • Le modifiche al D.Lgs. 231/01: l'ampliamento delle responsabilità aziendali

    • Esercitazione 1: analisi di un caso giurisprudenziale (vigilanza del Sistema di prevenzione 231 e azioni a seguire)

    • Pausa Pranzo

    • Delitti colposi ed il SGA 14001/EMAS come strumento di prevenzione:

      - La nuova edizione della norma ISO 14001 l'analisi dei rischi alla luce delle nuove responsabilità penali ambientali
      - La norma ISO 14001 come criterio di riferimento per il MOG esimente ai fini 231

    • Esempi e casi pratici di integrazione tra Sistemi di Controllo del MOG e Sistema di Gestione ISO 14001

    • Coffee Break

    • Esercitazione 2: Audit del MOG per la prevenzione dei reati ambientali e coordinamento con gli strumenti di reporting e monitoraggio verso l'Organismo di Vigilanza

    • Discussione Finale

    • Termine del Corso

Requisiti
di partecipazione

Non è richiesta una conoscenza specifica anche se è preferibile una conoscenza di base dell'argomento.

Attestato

Verrà rilasciato ai Partecipanti un Attestato di frequenza.

Contattaci per un preventivo
Possiamo formulare un preventivo sulla base delle esigenze della Vostra Azienda.

0280691780 - 0280691739 - 0286968605