Formazione in azienda

CE32
 / Efficienza energetica

Corso sul monitoraggio dei consumi energetici previsti dal D.lgs. n.102/2014: Avvicinamento consapevole al rinnovo degli adempimenti previsti per le successive scadenze della diagnosi energetica


ll Decreto legislativo n. 102/2014 che recepisce la Direttiva Europea sull'Efficienza Energetica, chiede che entro il 5 dicembre 2015, le Imprese Energivore e le Grandi Imprese (quelle con oltre 250 dipendenti o con fatturato annuo maggiore di 50 milioni di euro e totale di bilancio annuo maggiore di 43 milioni di euro), dovranno necessariamente effettuare la Diagnosi Energetica in conformità al Decreto. L' obbligo si rinnova ogni 4 anni.
Entro la fine del 2018 le stesse aziende saranno obbligate a implementare sistemi di monitoraggio dedicate alla rendicontazione dei consumi energetici dei reparti e dei servizi aziendali.
Il monitoraggio dei consumi consente di ottenere dei dati AFFIDABILI che permettano di:
- Individuare gli sprechi per promuovere azioni di efficientamento
- Confrontare i consumi di diversi macchinari/linee di produzione/stabilimenti dove spesso si annidano le inefficienze
Sono previste sanzioni dai . 2.000 a 20.000 per le imprese che non rispettano tale obbligo.


Il Corso si rivolge a: manager dell'Industria e della PA, imprenditori, responsabili degli acquisti dei servizi/vettori energetici, Energy manager, personale ESCo, EGE e chiunque sia coinvolto nella gestione degli interventi di efficientamento previsti nella prima diagnosi.

Programma giornaliero

  • Giorno - 1

    • Presentazione del Corso

    • Quadro legislativo di riferimento: D. Lgs 102-2014.
      - I soggetti abilitati all'esecuzione delle Diagnosi Energetiche ex D. Lgs 102/2014.
      - La normativa tecnica per la diagnosi energetica: quadro di riferimento.
      - La norma UNI CEI EN 16247: parte-1
      - Diagnosi energetiche.
      - Requisiti generali, (parte 2 . Edifici, parte 3 . Processi, parte 4: Trasporto).

    • Coffe break

    • I requisiti della diagnosi energetica; attendibilità, tracciabilità, verificabilità, utilità.
      - Il contatto preliminare con il committente: finalità.
      - L'offerta per la diagnosi energetica / il disciplinare di incarico: contenuti.
      - L'incontro preliminare: finalità.

    • Pausa pranzo

    • Raccolta dei dati in campo.
      - Le check list per la diagnosi energetica. Affidabilità dei dati riportati sui consumi energetici.
      Energy baseline e conformità legislativa degli impianti tecnologici.
      - Focus sulla mappatura energetica e sulla raccolta dati: metodi bottom-up e top-down.

    • Coffee break

    • Opportunità di miglioramento: metodi per valorizzazione economica dei risultati ottenuti dalla mappatura energetica di sito.

    • Chiusura della giornata

  • Giorno - 2

    • D. Lgs 102/2014 e Linee Guida Enea: Cosa è necessario misurare e i requisiti minimi di misura. Vettori energetici e strumenti di misura: scelta delle tecnologie.

    • Coffee break

    • Monitoraggio energetico: dimensionamento della strumentazione necessaria al soddisfacimento dei requisiti minimi; scalabilità e flessibilità di un sistema di monitoraggio; obblighi vs. opportunità: il sistema di monitoraggio in ambito Industria 4.0

    • Pausa pranzo

    • Tipologie di monitoraggio energetico per il settore industriale. Esempi.

    • Coffee break

    • Tipologie di monitoraggio energetico per il settore terziario. Esempi

    • Chiusura della giornata

Requisiti
di partecipazione

Non sono richiesti particolari requisiti.
Durante il corso è necessario che i partecipanti abbiano il proprio pc a disposizione per l'effettuazione di esercizi con fogli di calcolo.

Attestato

Ad ogni Partecipante al Corso verrà rilasciato un Attestato di frequenza.

Contattaci per un preventivo

Possiamo formulare un preventivo sulla base delle esigenze della Vostra Azienda.

Contatti

0280691780 - 0280691739 - 0286968605